Rete dal basso

L'associazione ha ricevuto inizialmente un finanziamento dalla cooperativa di finanza etica “MAG4 Piemonte”, attraverso la fideiussione di otto soci.

Attualmente, per l'ammontare residuo dovuto a MAG4, i soci fideiussori sono 21.
Una rete dal basso, che oltre ai fideiussori conta circa 180 soci sostenitori e ci ha permesso di non dipendere da banche, politici, finanziamenti pubblici.

Molti soci hanno effettuato donazioni, aiutando il progetto a vivere e a superare difficoltà ed emergenze.
Altri soci hanno portato le loro competenze, attraverso il lavoro volontario fisico o intellettuale; del quale abbiamo costantemente bisogno, mettendo a disposizione tempo, competenze professionali, intelligenza, idee ed energie.

Altri ancora scelgono di partecipare con l'apporto gratuito di materiali ed attrezzature usate e funzionanti, laddove servono, contribuendo con una rete di riciclo e di economia solidale.

Partecipazione e sostegno al Molo di Lilith sono ben accetti, via mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o parlandone con le streghe e i pirati che vi sono più simpatici.

Questa è stata dall'inizio una scommessa ambiziosa, un po' incosciente e un po' beffarda. Dunque con gli ingredienti giusti per funzionare.
Che risiede nella convinzione di Kerouac sulla necessità di avere a che fare con i pazzi.

"L'unica gente possibile sono i pazzi,
quelli che sono pazzi di vita, pazzi per parlare, pazzi per essere salvati,
vogliosi di ogni cosa allo stesso tempo,
quelli che mai sbadigliano o dicono un luogo comune,
ma bruciano, bruciano, bruciano, come favolosi fuochi artificiali color giallo
che esplodono come ragni attraverso le stelle
e nel mezzo si vede la luce azzurra dello scoppio centrale
e tutti fanno Oooohhh!"

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter