Erba infestante

Seminare idee, coltivare confronti, raccogliere esperienze.
Campagna che aspetta la pioggia, zolle in fermento, l’odore del vento che arriva.
La cultura è fatica e azione, attesa curante del tempo dei frutti.

E' sostanziosa, perchè nutre coscienza e pensiero.
Ribelle, tagliente se serve, ma attenta e capace di ascolto.
Indipendente, distante dal vuoto chiassoso dei tubi catodici.

Libera come dev’esserlo un bene comune, come l’aria, l’acqua, come tutto ciò che non si può vendere né comprare

Quel che ci e vi verrà in mente, tutto ciò che sta in una sfera condivisa di principi e direzioni:
dibattiti confronti approfondimenti discussioni delucidazioni baratti elucubrazioni video esposizioni preamboli introduzioni scambi di opinioni proiezioni riunioni idee al vento indigestioni di pensieri laboratori presentazioni....

La cultura è come un’erba infestante.
Tagliatela quanto vi pare, dove il terreno è fertile, ricrescerà.

 

 

Parlare di cultura è sempre stato contro la cultura. Il denominatore comune «cultura» contiene già virtualmente la presa di possesso, l'incasellamento, la classificazione, che assume la cultura nel regno dell'amministrazione. 

Max Horkheimer e Theodor Adorno, Dialettica dell'illuminismo, 1947[/i]

 


cultura= lat. CULTURA da colere, coltivare, attendere con cura

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter