Codice della pirateria

E chi dice che i pirati fossero senza onore e senza regole?!!

Provaci tu a comandare 508 uomini divisi in quattro navi senza l’uso di regole.

Nove codici completi o quasi completi di articoli pirateschi sono sopravvissuti, soprattutto da Charles Johnson "Storia generale dei pirati", pubblicato la prima volta nel 1724, e da registri tenuti da Tribunali marittimi su procedimenti ai processi di pirati.
Un codice parziale da Henry Morgan è conservato nel libro del 1678 "De Americaensche Zee-Roovers" (titolo italiano "Bucanieri nei Caraibi") di Alexandre Olivier Exquemelin.
Molti altri pirati sono noti per avere avuto codici; alla fine del 17° secolo, sono sopravvissuti intatti articoli di George Cusack e Nicholas Clough.

Non molti sono sopravvissuti perchè pirati sul punto di cattura o di resa, di solito bruciarono i loro articoli o li gettarono in mare per evitare che i documenti venissero utilizzati contro di loro al processo.


Il codice dei pirati di Bartholomew Roberts - 1720

  1. Ogni uomo ha un voto negli affari del momento; ha uguale titolo alle nuove disposizioni, o per i liquori forti, in qualsiasi momento sequestrati, e può usarli a piacere, a meno che una scarsità non renda necessario, per il bene di tutti, votarne un ridimensionamento.

  2. Ciascuno sarà chiamato a turno in modo equo, seguendo l'ordine segnato in una lista; questo perchè, oltre alla propria quota di bottino, in queste occasioni ognuno ha diritto a un cambio d'abito: ma se avessero frodato la compagnia per il valore di un dollaro in metalli, gioielli o soldi, l'abbandono in luogo deserto è la loro punizione. Se la rapina è stata solo tra di loro, si accontenteranno di tagliare le orecchie e il naso del colpevole, e di lasciarlo a terra, non in un luogo disabitato, ma da qualche parte, dove sarà sicuro di incontrare difficoltà.

  3. Nessuna persona può giocare a carte o dadi per soldi.
  4. Le luci e le candele devono essere spente alle otto di sera: se chiunque dell'equipaggio, dopo quell'ora fosse ancora propenso a bere, dovrà farlo sul ponte aperto.

  5. Si deve mantenere la propria arma, pistole e sciabola, puliti e adatti al servizio.

  6. Nessun ragazzo o donna può essere ammesso tra loro. Se si trovasse un uomo che abbia sedotto uno di questi ultimi sessi e lo abbia portato in mare, mascherato, dovrà subire la morte.

  7. Abbandonare la nave o i suoi alloggi in battaglia, sarà punito con la morte o l'abbandono n luogo deserto.

  8. Non ci si batte a bordo, ma qualunque lite verrà conclusa a terra, con la spada e la pistola.

  9. Nessun uomo può parlare di come spezzare il proprio modo di vivere, finchè ognuno abbia condiviso mille sterline. Se per questo, qualsiasi uomo dovesse perdere un arto o diventare un paralitico in servizio, ha diritto ad avere ottocento dollari, fuori dalle scorte pubbliche, e per ferite minori, proporzionalmente.

  10. Il Capitano e il Quartiermastro ricevono due quote di un bottino: il comandante, il nostromo e il cannoniere, una parte e mezzo e gli altri ufficiali una e un quarto.

  11. I musicisti si riposeranno il sabato, ma gli altri sei giorni e notti, nessuno senza favore speciale.




E chi dice che fossero maschilisti?!!

Capitano John Phillips

articolo IX
Se in qualsiasi momento incontri una Donna prudente, quell'Uomo che si offre di intromettersi con lei, senza il suo Consenso, subirà l'attuale Morte.

 

en.wikipedia.org/wiki/Pirate_code#Examples

 

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter