Siamo circondati da iniziative off.
Festival off, rassegne off, cinema off, eventi off.

Ma poi che significa "off"?

Genericamente parlando, spesso significa che vorresti stare nell'"on" ma non ne hai i mezzi o le competenze, oppure le hai ma le adoperi male, oppure non ti ci invitano perché non stai nei giri che contano, o capiti nel momento sbagliato nel posto sbagliato, anche se magari sai fare cose belle.
Comunque sia, a noi queste separazioni non piacciono.

Per questo organizziamo esclusivamente rassegne, eventi e spettacoli "uff".
Che non stanno da nessuna parte precisa e ai quali possono accedere tutti, senza distinzione di genere sesso portafogli e conoscenze.

"Uff" perché hanno contenuti ironia umanità fatiche espressioni mistero riflessione e sorrisi.
"Uff" perché tengono conto dei progetti e ancor più delle persone che ci stanno dietro.
"Uff" perché selezioniamo in modo piratescamente onesto, incline al progetto e alle sue peculiarità.
Soprattutto "uff" perché il pubblico alla fine possa esclamare in piena libertà "uff! meno male che ci son venuto".

 

Condividi

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter