Storie di Cazzo e Figa, scoiattoli e altri amici

cultura
Data: Mer 28 Nov 21:30

Luogo: sala Teatro

Presentazione del libro e intervista a Clara Vaithò.

Catturare la passione amorosa con i versi di una poesia è arte antica quasi quanto quella amatoria.
Ma è anche pericolosa; non solo per via della censura che in passato mise al bando scrittori e poeti per i loro scritti e versi giudicati audaci ed irrispettosi.

La morale, i tabù, la volgarità sempre in agguato sono nemici acerrimi di un genere letterario che conta tra le sue schiere gentaglia come Saffo, Baudelaire, D’Annunzio, Alda Merini, Pablo Neruda e molti altri.

La poetessa erotica Clara Vaithò ci porta con sè nel suo intraprendente viaggio, "...un viaggio sulle montagne russe nelle quali lei, da buona madre, ci tiene per mano. Ci accompagna nelle discese e nelle salite, nell’alternarsi di momenti intimi e delicati ad altri nei quali dice quello che bisogna dire, affronta la realtà per quella che è, in maniera diretta, arrivando al punto senza orpelli né inutili filtri. […] Uno sguardo ampio che è capace di mettere in luce ciò che vedono in pochi, ma che non oscura quello che è sotto gli occhi di tutti, anzi propone i due aspetti contemporaneamente, come alternative compresenti.“ (dalla nota introduttiva di Paolo Agrati)

Clara Vajthó vive tra Venezia e Torino, dal 2009 ha partecipato e vinto numerosi slam in giro per il Nord Italia, e anche un po’ al Centro, e anche un po’ in Svizzera. Nel 2007 ha pubblicato Poesiole doppiosensuali (Graphe edizioni).

 

 

Altre date


  • Mer 28 Nov 21:30