the incredible live of Inca Misha

teatro
 Registrazioni chiuse
 
7
Data: Ven 31 Ago 22:00

Simone Vassallo: voce e percussioni
Niccolò Giordano: piano el, synth, grancassa e voce
José Cesar Villeda Herrera: tromba e voce

Spesso accompagnati da:
Wassilij Kropotkin: violino, percussioni, voce
Stefania Gontero: cubista trasformista


Nato nel 2006 da un’esplosione di acuta follia, il trio di cantautorato italiano Inca Misha reinterpreta i brani da loro composti in surreali e romantici show etichettabili, se proprio si vuole, con i termini “Teatro Canzone Pirata Brutto”.

I brani recitati sono caratterizzati da una libertà senza freni, irrazionalità, ironia, gusto per il gesto ribelle e irridente, spirito anarchico e un profondo desiderio di rapire i/le fortunati/e sul nostro vascello volante.
Alla base non c’è ne’ la superbia di risultare “fuori di testa” ne’ la banalità di allinearsi con le proposte all’ultimo grido, ma semplicemente l’ardore di mettere in crisi, basire, e fondamentalmente di-vertire.

La strategia di spiazzamento si impernia quindi sull'accostamento di melodie e strumenti inconsueti (dal vocoder alle trombe bitonali, passando per la balalaica e le percussioni tribali), sulla de-gerarchizzazione dei ruoli musicali (siamo tutti cantanti e siamo tutti strumentisti) e sulla valorizzazione dell'espressionismo urban-cacofonico (brani lampo altamente trafficati).

Il risultato è che gli appassionati a questa nuova sfumatura del Teatro Canzone, chiamata oggi semplicemente Inca Misha, crescono giorno dopo giorno, come cresce il magnetismo dello spettacolo proposto dal trio: nessuno più esce a prendere una boccata d'aria o a fumare.

Inca Misha basta e avanza.

 

 

Altre date


  • Ven 31 Ago 22:00